Protesi

I tipi di protesi

Protesi mobile totale

Le protesi totali sono realizzate per una singola mascella con totale assenza di denti e si appoggiano direttamente sulla gengiva che copre l’osso.

Consiste quindi in una base su cui vengono quindi posizionati i denti.

La base è realizzata in acrilato rosa (plastica), che si fonde con il muco circostante, migliorando così l’estetica stessa.

Protesi parziale

Una protesi parziale viene utilizzata in pazienti con un ridotto numero di denti che non sono sufficienti per supportare una struttura fissa.

È realizzata interamente in acrilico e sostituisce i denti persi e le loro strutture di supporto.

È collegata ai rimanenti denti naturali con ganci. Oggi, una protesi acrilica parziale è solo una soluzione temporanea, ad esempio nel periodo successivo all’estrazione del dente fino alla guarigione della ferita.

Un’alternativa alla protesi parziale è una protesi wiront e, naturalmente, gli impianti, che rappresentano l’alternativa migliore.

Protesi Wironit – protesi acrilica parziale con base in metallo

Quando non è possibile ricorrere alla terapia implantare, la protesi Wironit rappresenta una valida alternativa.

È una soluzione di qualità superiore rispetto a una protesi acrilica parziale poiché la lega metallica alla sua base grarantisce una maggiore durata, e permette di realizzare una protesi di dimensioni minori.

Riducendo l’area della protesi che poggia sui tessuti molli, come il palato o la parte sublinguale, si gartantisce al paziente un maggiore comfort e un minor tempo di adattamento alla stessa.

Oltre alla sua maggiore durata, il suo vantaggio maggiore consiste nella maggiore stabilità nella bocca, poiché viene fissata ai denti adiacenti attraverso solidi ganci di fusione che saldano in maniera stabile, trasferendo in modo uniforme le forze masticatorie ai denti e all’osso rimanenti.

Protesi semifissa – protesi su impianti

Le protesi semifisse sono più stabili delle protesi mobili e il montaggio su impianti aiuta a prevenire un’ulteriore riduzione dell’osso mascellare.

Queste protesi sono la soluzione ideale quando non possiamo posizionare più impianti a causa del riassorbimento dell’osso mascellare.

Le protesi dentarie semifisse sono protesi dentarie che si attaccano agli impianti dentali installati nella mascella e sono integrati da speciali ancoraggi che sorreggono la protesi.

Questi agganci possono essere sotto forma di palline o pioli. Le protesi implantari sono facili da rimuovere, facilitano la pulizia e l’igiene e, oltre a fornire stabilità e non danneggiano l’osso mascellare.

Quando gli impianti dentali vengono inseriti nella mascella, impediscono il riassorbimento dell’osso circostante perché l’osso attorno all’impianto è irrorato dal sangue e stimolato dalla pressione sulle protesi. In questo modo l’osso non si deteriora, non perde volume e quindi le gengive che lo ricoprono non cambiano forma e altezza.

Le protesi su impianti o protesi semifisse offrono una stabilità migliore delle semplici protesi, ripristinando così il rilassamento della pelle e la fiducia nel linguaggio, nonché una corretta masticazione.

Con gli impianti dentali, l’igiene dentale è facile da mantenere poiché le protesi vengono semplicemente rimosse, pulite e riagganciate.

Protesi Fisse

Le protesi fisse sono una soluzione di qualità, affidabile e di lunga durata.

Quando il paziente è edentulo e se c’è una massa ossea sufficiente nella mascella, vengono installati impianti dentali su cui viene poi fissato un lavoro protesico fisso.

Se il paziente non è completamente edentulo ma ha alcuni denti sani, non è necessario realizzare una protesi totale, ma viene eseguito un lavoro protesico parziale che si fissa ai denti naturali del paziente.

Consultare un dentista

Invitiamo i pazienti a raccontarci i loro problemi!

Chiedi al dentista