Salute orale e generale

La carie è considerata la malattia più diffusa della civiltà. Poiché la carie è causata da batteri (streptococchi), il dente interessato dalla carie rappresenta il punto di ingresso dei batteri nel corpo.

La carie si diffonde attraverso il dente (smalto, dentina, polpa) e, se non trattata, si verifica un processo infiammatorio nell’osso attorno alla radice del dente.

Una scarsa igiene orale porta alla gengivite e alla parodontite, che sono anche focolai batterici dai quali i batteri e le loro tossine e metaboliti possono diffondersi ad organi distanti.

Questo è più spesso il caso in cui l’immunità viene eliminata o da alcuni fattori esterni.

Come complicazione di un processo infiammatorio purulento non igienico attorno al dente, possono diffondersi infiammazioni agli occhi (cellulite orbitale), cervello (ascesso cerebrale), torace, che possono essere letali.

I pazienti particolarmente a rischio includono pazienti con valvole cardiache e articolazioni artificiali perché i batteri possono popolare i trapianti e causare rigetto.

 

Le infezioni nella cavità orale possono essere associate a malattie cardiache, ossa (osteoporosi), articolazioni (osteoartrosi), problemi dermatologici (alopecia areata – perdita di capelli nel cuoio capelluto o altrove nel corpo), infezioni respiratorie (polmonite da aspirazione) … rischio di malattia e cancro.

La parodontite è anche associata a problemi di gravidanza.

Le donne in gravidanza che soffrono di parodontite hanno un aumentato rischio di parto prematuro e c’è il rischio che il neonato abbia un peso alla nascita ridotto.

Il legame tra parodontite e diabete è bidirezionale.

Il diabete non controllato aumenta il rischio di sviluppare infezioni, quindi i pazienti hanno un rischio maggiore di sviluppare malattie parodontali rispetto alle persone che non hanno il diabete.

D’altra parte, le persone con malattia parodontale trovano più difficile curare il diabete a causa della presenza di fattori infiammatori e delle abitudini alimentari compromesse.

L’edentulia parziale o completa non trattata provoca una scarsa masticazione del cibo e tali persone cambiano le loro abitudini alimentari.

Ci sono meno nutrienti, meno frutta, verdura e carne nel corpo, portando a problemi digestivi e molte altre malattie.

La cattiva salute orale e quindi la salute generale negli anziani hanno un impatto diretto sulla riduzione della qualità della vita.

È stato dimostrato che le persone con demenza e ipovedenti hanno una scarsa igiene orale e quindi compromettono ulteriormente le loro condizioni generali.

La xerostomia (secchezza delle fauci) può verificarsi a seguito dell’assunzione di alcuni medicinali, con conseguente aumento del rischio di carie e difficoltà di deglutizione.

Dolore all’orecchio, vertigini e sinusite frequente possono anche essere dovuti a scarsa igiene orale e infiammazione del dente e dell’apparato di supporto del dente (osso, legamento).

I focolai orali possono essere rilevati da una combinazione di metodi diagnostici: esame clinico, diagnostica a raggi X e dati ottenuti durante la conversazione con il paziente.

La prevenzione della carie e delle malattie parodontali comprende un corretto e regolare mantenimento dell’igiene orale, un trattamento professionale tempestivo di denti e malattie parodontali e controlli periodici ogni 6 mesi.

A seconda della gravità dell’infiammazione, la terapia focale orale è il trattamento dentale endodontico, l’apicotomia o l’estrazione del dente e in alcuni pazienti è necessaria la profilassi antibiotica per proteggere dalla diffusione dell’infezione.

 

Autor: dr. med. dent. Ivan Kustec

Iscriviti alla newsletter

  • Iscrivendoti alla newsletter, accetti che le nostre notizie e notifiche vengano inviate al tuo indirizzo email.